Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Mantova
HOME > Registro imprese > Unico procedimento RI-SUAP

Consulta il Supporto specialistico Registro Imprese di Mantova


Logo Registro Imprese
Ricerca nel Registro


Sportello virtuale- Servizi on line

Elenco siti tematici

vai al sito promoimpresa borsa merci

vai al sito


Attività di autoriparazione, facchinaggio, pulizie, commercio all’ingrosso: unico procedimento registro imprese-SUAP

Dal 20/10/2017 per l’avvio e le modifiche delle attività di autoriparazione, facchinaggio, pulizia, commercio all’ingrosso occorre presentare esclusivamente la modulistica nazionale COMUNICAZIONE/SCIA/SCIA UNICA contenente anche i requisiti di idoneità di competenza della Camera di commercio disponibile sulle piattaforme dei singoli Sportelli Unici secondo quanto previsto dai Decreti Legislativi 126 e 222 del 2016.

L’impresa che inizia le attività in argomento è tenuta a presentare il giorno stesso dell’avvio dell’attività il modello COMUNICAZIONE/SCIA/SCIA UNICA esclusivamente allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) competente per territorio, tramite la piattaforma informatica dello stesso SUAP, e contestualmente compilare la modulistica per l’inizio dell’attività tramite la pratica di Comunicazione unica al registro imprese. In questo modo con un unico adempimento l’impresa comunica l’avvio dell’attività al SUAP e contestualmente anche al registro imprese.

Il SUAP di riferimento, una volta ricevuta la COMUNICAZIONE/SCIA/SCIA UNICA, la inoltrerà agli Enti coinvolti nel procedimento, tra i quali la Camera di commercio-registro imprese che rimane competente per la verifica dei requisiti morali, tecnico-professionali e di capacità economico-finanziaria previsti dalle normative di settore.

Nulla cambia in merito alla tipologia dei requisiti richiesti per il legittimo svolgimento delle attività così come la data di inizio dell’attività che dovrà necessariamente coincidere con la data di presentazione della pratica di Comunicazione unica (non sono ammesse date retroattive o future rispetto alla data di spedizione dell’istanza).

Nello specifico il registro procederà:

  • al controllo dei requisiti di idoneità di competenza compilati esclusivamente sui modelli nazionali di COMUNICAZIONE/SCIA/SCIA UNICA trasmessi con la Comunicazione unica per il tramite del SUAP;
  • a verificare l’invio contestuale della pratica di Comunicazione unica al registro imprese e al SUAP di riferimento il giorno stesso dell’avvio; il mancato rispetto della contestualità RI-SUAP determina il rifiuto da parte degli uffici coinvolti in quanto l'attività risulta priva dei requisiti di legge;
  • ad effettuare l’istruttoria dell’intera pratica pervenuta (Comunicazione unica e modulistica SCIA/SCIA UNICA/COMUNICAZIONE) con la novità che la richiesta di regolarizzazione formale dei dati errati o incompleti relativi ai requisiti dichiarati nella modulistica SUAP perverrà agli interessati direttamente dal SUAP di riferimento e non più attraverso il diario messaggi della pratica registro imprese. Questa innovativa fase procedimentale è conforme alle funzioni e competenze del SUAP che assicura “una risposta telematica unica e tempestiva in luogo di tutte le amministrazioni pubbliche comunque coinvolte nel procedimento” comprese le comunicazioni, le eventuali richieste istruttorie inerenti l’adempimento in oggetto, incluso lo stesso provvedimento inibitorio all’esercizio dell’attività (vedasi artt. 4 e 5 D.P.R. n. 160/2010).

Considerato che il nuovo modello procedimentale necessita una forte integrazione e collaborazione tra il registro imprese e gli Sportelli Unici del territorio richiediamo il rispetto delle tempistiche di regolarizzazione in modo da consentire una rapida definizione ed evasione delle pratiche presentate.

Da ultimo ricordiamo che la modulistica COMUNICAZIONE/SCIA/SCIA UNICA relativa alle attività di competenza camerale contiene dichiarazioni sostitutive relative a requisiti morali, di onorabilità e tecnico-professionali e di capacità economico-finanziaria che vanno sottoscritte da ciascun soggetto obbligato, con firma digitale o con firma autografa, completa della copia di un valido documento di identità personale. Si reputa che tali autocertificazioni non siano delegabili ad altro soggetto poiché presuppongono l’assunzione di responsabilità penali nel caso di rilascio di dichiarazioni non veritiere.

Per le modalità di presentazione delle pratiche in argomento secondo il procedimento unico e contestuale registro-imprese SUAP si rinvia alle puntuali indicazioni del SARI “Supporto Specialistico Registro Imprese – attività regolamentate” dove sono riportate le istruzioni per la compilazione della Comunicazione unica contestualmente alla modulistica COMUNICAZIONE/SCIA/SCIA UNICA e le informazioni relative ai requisiti richiesti per il legittimo svolgimento.