Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Mantova
HOME > Registro imprese > Cancellazioni d'ufficio > Cancellazioni d'ufficio - D.P.R. 247/04 e art. 2490 C.C.

Consulta il Supporto specialistico Registro Imprese di Mantova


Logo Registro Imprese
Ricerca nel Registro


pagoPA pagamento spontaneo

Sportello virtuale- Servizi on line

depositi e istanze registro imprese scopri le novità

Elenco siti tematici

vai al sito promoimpresa borsa merci

vai al sito


Imprese non più operative

Il registro delle imprese di Mantova avvia periodicamente, secondo programmazioni prestabilite annualmente e non su domanda o su segnalazione delle parti o dei soci o degli amministratori, le procedure di cancellazione d'ufficio delle imprese individuali e delle società di persone non più operative, nonché delle società di capitali (escluse le cooperative) che si trovano in scioglimento e liquidazione.

Le procedure di cancellazione vengono avviate nei soli casi espressamente previsti dalle specifiche disposizioni di legge:

  • ai sensi del D.P.R. n. 247/2004 nei confronti delle imprese individuali e delle società di persone – società semplici, società in nome collettivo, società in accomandita semplice;
  • ai sensi dell’art. 2490, ultimo comma, codice civile nei confronti delle società di capitali (escluse le cooperative) che si trovano in scioglimento e liquidazione e che per tre anni consecutivi non hanno depositato i bilanci d’esercizio.

La finalità della procedura di cancellazione d'ufficio è quella di rendere il Registro delle Imprese più aderente alla realtà tant’è che si cancellano d'ufficio quelle imprese che rientrano nelle previsioni e nelle casistiche espressamente previste dalle sopraindicate norme trattandosi “di fatto” di imprenditori non più operativi che, per varie ragioni, non hanno provveduto a presentare la dovuta domanda di cancellazione.

Imprese Individuali

Riferimenti normativi:

  • D.P.R. 247 del 23 luglio 2004 “Regolamento di semplificazione del procedimento relativo alla cancellazione di imprese e società non più operative dal Registro delle Imprese”;
  • Circolare Ministero Attività Produttive n. 3585/C del 14/06/2005.

Le circostanze rilevanti per l’attivazione del procedimento di cancellazione sono (art. 2 c.1):

a) decesso dell’imprenditore;

b) irreperibilità dell’imprenditore;

c) mancato compimento di atti di gestione per tre anni consecutivi;

d) perdita dei titoli autorizzativi o abilitativi all’esercizio dell’attività dichiarata.

Società di persone

Riferimenti normativi:

  • D.P.R. 247 del 23 luglio 2004 “Regolamento di semplificazione del procedimento relativo alla cancellazione di imprese e società non più operative dal Registro delle Imprese”;
  • Circolare Ministero Attività Produttive n. 3585/C del 14/06/2005

Le circostanze rilevanti per l’attivazione del procedimento di cancellazione sono (art. 3 c.1):

a) irreperibilità presso la sede legale;
b) mancato compimento di atti di gestione per tre anni consecutivi;
c) mancanza del codice fiscale;
d) mancata ricostituzione della pluralità dei soci nel termine di sei mesi;
e) decorrenza del termine di durata, in assenza di proroga tacita.

Società di capitali in liquidazione

Riferimenti normativi:

Art. 2490 codice civile rubricato “Bilanci in fase di liquidazione

L’art. 2490 c.c. stabilisce all’ultimo comma che “Qualora per oltre tre anni consecutivi non venga depositato il bilancio di cui al presente articolo [bilancio finale di liquidazione], la società è cancellata d’ufficio dal Registro Imprese con gli effetti previsti dall’art. 2495 c.c.”.

La procedura di cancellazione dal registro delle imprese può essere avviata solo per le società di capitali che si trovano nella fase di liquidazione e non hanno depositato i bilanci d’esercizio per tre anni consecutivi (sono escluse le cooperative in quanto sottoposte ai sensi di legge a specifica vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico). Sulla base di tale disposizione normativa l’Ufficio, verificata l’effettiva esistenza dei presupposti di cancellazione, provvede a notificare l’avvio della procedura al liquidatore assegnando un termine di 30 giorni.

La notifica è effettuata attraverso lettera inviata all'indirizzo pubblico di posta elettronica certificata della società o tramite raccomandata A.R. spedita presso la residenza del liquidatore se l'indirizzo PEC dell'impresa non risulta più valido e attivo.

Il liquidatore è invitato ad effettuare gli adempimenti pubblicitari omessi o, qualora le operazioni di liquidazione fossero ultimate, a richiedere la cancellazione della società dal registro imprese, previo deposito del bilancio finale di liquidazione.

Trascorsi 30 giorni senza che siano state presentate controdeduzioni, o dimostrazione della persistenza dell’attività liquidatoria con deposito dei relativi bilanci di esercizio o richieste di cancellazione, il Conservatore del Registro delle imprese di Mantova dispone con proprio provvedimento la cancellazione della società, ai sensi dell'art. 2490 c.c., da comunicare all'indirizzo pubblico di posta elettronica certificata della società o, se l'indirizzo PEC dell'impresa non risulta più valido e attivo, con raccomandata A.R. ai soggetti interessati individuati nei liquidatori che, sulla base della documentazione in possesso del Registro imprese, risultano in carica, al momento dell'emissione del provvedimento.

Decorsi i termini per l'opposizione, individuati in 15 giorni dall'ultima comunicazione nei modi sopra previsti, l'ufficio provvederà a cancellare l'impresa dal registro, dando iscrizione del provvedimento emanato dal Conservatore.