Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Mantova
HOME > Registro imprese > Procedure d'ufficio > PEC - Controlli e cancellazioni degli indirizzi invalidi, inattivi, multipli

Consulta il Supporto specialistico Registro Imprese di Mantova


Logo Registro Imprese
Ricerca nel Registro


pagoPA pagamento spontaneo

Sportello virtuale- Servizi on line

depositi e istanze registro imprese scopri le novità

vai al sito della composizione negoziata crisi d'impresa

Elenco siti tematici

vai al sito promoimpresa borsa merci

vai al sito


Domicilio digitale (PEC) - Controlli e cancellazioni degli indirizzi invalidi, inattivi, multipli

Tutte le imprese in forma societaria e le imprese individuali (attive e non soggette a procedure concorsuali) sono obbligate a comunicare il domicilio digitale al registro delle imprese.

Il registro delle imprese di Mantova effettua periodicamente controlli sulla validità ed operatività delle caselle di posta elettronica certificata già iscritte sulle posizioni delle varie imprese, così come previsto da pareri del Ministero dello Sviluppo Economico e dall'importante Direttiva congiunta Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero della Giustizia del 27 aprile 2015. Di conseguenza il registro verifica che gli indirizzi già comunicati vengano mantenuti dalle stesse imprese in stato di attività, validità ed univocità, cioè devono essere indirizzi riconducibili esclusivamente alla propria impresa e non appartenere a più imprese o a professionisti.

Nel caso il controllo sia negativo si avvia il procedimento d’ufficio di cancellazione dell’indirizzo PEC (già pubblicato) tramite invito a rinnovare la casella del domicilio digitale scaduta oppure a presentare la domanda di un nuovo indirizzo valido, attivo ed univoco.

Dopo il decorso del termine assegnato per regolarizzare l’indirizzo del domicilio digitale, il registro verifica che ciascuna impresa indicata nell’elenco abbia sistemato la propria posizione o con la riattivazione dell’indirizzo PEC già iscritto oppure con la comunicazione di un nuovo indirizzo; diversamente con provvedimento del conservatore del registro delle imprese, si procederà alla eliminazione d’ufficio dell’indirizzo PEC “invalido” dalla posizione di ciascuna impresa destinataria.

A seguito dell’avvenuta cancellazione del dato PEC l’impresa che non comunica il proprio domicilio digitale sarà sanzionata in misura maggiorata e le verrà assegnata d’ufficio dalla Camera di commercio un domicilio digitale che sarà reso disponibile tramite il Cassetto digitale dell'imprenditore (art 37 decreto legge n. 76 del 16 luglio 2020, convertito con modificazioni della legge n. 120/2020).

Per ulteriori approfondimenti sulla modalità di comunicazione e aggiornamento del domicilio digitale dell’impresa, compreso il procedimento d’ufficio di assegnazione del nuovo domicilio, si rinvia alle istruzioni pubblicate nel Supporto Specialistico Registro Imprese – SARI.